Accedi ai contenuti
Registrati »
Accedi ai contenuti
Registrati »
HomeNews
Archive

L’epidemia da Covid-19 ha creato una maggiore consapevolezza sull’importanza della sicurezza e sul tema della gestione del rischio sanitario come dimensione sociale e globale.

Le terapie a bersaglio molecolare orali oncoematologiche rappresentano oggi uno dei più importanti strumenti della medicina personalizzata.

Importanti outcome di sopravvivenza nel carcinoma della mammella HR+/HER2- avanzato che consentono di parlare di vera e propria cronicizzazione della malattia.

Dati ineressanti in termini di qualità di vita giungono dello studio VISION che ha valutato il trattamento con radioligando, in aggiunta allo standard di cura, nel carcinoma della prostata metastatico.

Con un follow-up esteso di oltre quattro anni, la combinazione di ribociclib più fulvestrant ha continuato a dimostrare un beneficio clinicamente rilevante in termini di sopravvivenza globale.

La pandemia da Covid-19 ha mostrato le debolezze e le contraddizioni dei sistemi sanitari, aprendo nuovi spazi alla e-health e alla telemedicina.

Il carcinoma della mammella è uno dei tumori a maggiore incidenza. Il trattamento ottimale della malattia include un uso adeguato dei farmaci alla dose appropriata.

La particolarità di questi strumenti è che sono studiati attraverso la metodologia di studio propria dei farmaci tradizionali che ne valuta la sicurezza e l’efficacia su esiti di salute misurabili.

/